Come illuminare una casa buia con tanti piccoli accorgimenti

Una casa può essere buia per molti motivi: esposizione errata, stanze piccole, palazzi di fronte che coprono il passaggio della luce, infissi vecchi e persino molti mobili all’nterno. Ma una corretta illuminazione non è solo una questione estetica: a beneficiarne saranno l’umore e la salute stessa degli abitanti di casa. Proprio per questo motivo è bene ingegnarsi per riuscire a valorizzare quello che si ha con dei piccoli accorgimenti. Chiunque vorrebbe disporre di una casa con delle vetrate della stessa dimensione di una parete, in quanto esse sono in grado di riempire gli ambienti di luce naturale. Quasi sempre, però, ci si trova a dover accontentarsi di abitazioni con poche finestre, per di più piccole, e non sempre si ha il permesso di aggiungere punti luce agli immobili; in questo caso è bene puntare a dei tubi a neon che scorrono lungo il soffitto.

Accorgimenti per rendere luminoso l’ambiente di casa

Un fattore determinante quando si parla di illuminazione casalinga, sono le tende che spesso vengono scelte sulla base dei gusti estetici personali, ma non sempre si rivela la scelta giusta da un punto di vista funzionale. Meglio se optate per stoffe chiare, mentre in bagno posizionate solo delle tendine che coprono metà della finestra, in modo da mantenere la privacy, permettendo comunque a un maggior quantitativo di luce esterna di entrare nella stanza.

Se vivete in appartamenti piccoli, scegliete porte con pannelli di vetro (da pulire tutti i giorni, altrimenti si avrà l’effetto contrario) che consentono un ottimo scambio di luce fra stanze. Le pareti andrebbero dipinte di un bianco lucido e non smorto (in alternativa, se il bianco non vi piace, usate dei colori comunque chiari), cosi da diffondere la luce in maniera uniforme.

Un altro fattore importante che condiziona l’illuminazione della casa è senza dubbio il pavimento. Si consigliano superfici con colori chiari e luminosi realizzate in pino oppure in ceramica chiara.

Pure lo specchio può rivelarsi un ottimo alleato per illuminare le stanze buie. Basta semplicemente appenderne alcuni con cornici chiare che rendono l’ambiente luminoso e arioso.
Aggiungetene uno grande alla fine di un piccolo corridoio, lo farà apparire più lungo e luminoso.
Infine posizionate uno specchio davanti a una finestra (o porta), rifletterà la luce e la stanza diventerà immediatamente più luminosa.
Se amate le piante e non potete proprio farne a meno, sbarazzatevi di quelle grandi e scure e posizionatene altre piccole dai colori vivaci, ma senza esagerare.

Illuminazione artificiale: l’importanza del LED

Venendo ora agli accorgimenti “artificiali”, si consiglierà, ovviamente, un’opportuna illuminazione. Laddove non fosse possibile sostituire vecchi lampadari con più moderni o nel caso in cui non si possano installare delle appliques, il consiglio per avere subito una casa più luminosa è quello di sostituire tutte le lampadine a incandescenza (soprattutto quelle a luce calda) con delle moderne lampadine a LED (soprattutto a luce fredda): l’impatto visivo sarà da subito notevole ed il costo dell’operazione sarà davvero basso, poichè quella LED è una tecnologia piuttosto economica.

Un altro utilizzo d’effetto del LEd si ha con l’utilizzo delle strisce LED, dispositivi comodi da installare ed utilizzati principalmente nel mondo del design per illuminare alcuni dettagli che si vogliono valorizzare dell’abitazione.

Solitamente le strisce LED vengono impiegate per illuminare:

  • i mobili da bagno e della cucina;
  • a livello dei battiscopa;
  • a livello del soffitto;
  • intorno alle porte, finestre e scale;
  • in giardino per effettuare la segnaletica nelle ore notturne;
  • per occasioni speciali come le feste di Natale.

Anche le strisce LED hanno costi bassi: basta guardare su luceled.com per farsi un’idea veloce. Inoltre, l’applicazione è davvero alla portata di tutti, poichè dispongono di adesivi, che permettono la loro installazione davvero ovunque. In commercio si trovano di diverse lunghezze e con luce di diversi colori e intensità, per soddisfare ogni ricercatezza.
Insomma, rendere una piccola casa non solo luminosa ma anche più bella non è un lavoro nè difficile nè costoso: non resta che iniziare.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Come avviare la produzione del vino in un settore che cresce

Dom Lug 14 , 2019
Produrre vino non è solo una questione d’idoneità del territorio, ma anche di leggi: dal 1987 sono in vigore delle normative che limitano nuove piantagioni di uve e, per cominciare, bisogna assicurarsi di poter beneficiare del diritto di reimpianto, cioè della facoltà di utilizzare un lotto di terreno agricolo entro […]
come-produrre-vino